17 novembre 2010

[serie tv] The walking dead - episodio 1

Locandina Serie tv
Il 1° novembre su FOX è iniziata la serie di 6 puntate "The walking dead" tratta dal fumetto omonimo di R. Kirkman (QUI potete trovare il suo sito/blog). In Italia è edito da SaldaPress. Ho visto le prime due puntate e sinceramente speravo meglio. Non sono male gli effetti speciali, anzi gli zombie sono convincenti. Non discuto nemmeno sul fatto che sia una serie ben fatta (almeno le due puntate che ho visto) ma ci sono alcune decisioni prese dai personaggi molto, molto discutibili. La trama mi è parsa viziata e banale.
Premetto che il fumetto non l'ho letto, forse lo rispetta fedelmente. Non lo so. Io mi limito a dirvi la mia sugli episodi partendo dal primo :)
Un'immagine del fumetto di Kirkman
Come INCIPIT della prima puntata "I giorni andati" troviamo il personaggio principale Rick in cerca di benzina, incontra una bambina che si rivela da subito una zombie. Le spara.
Bimba zombie in arrivo!
Primo piano della bimba zombie
Non male. Mi è piaciuto. 
Peccato per il dialogo lungo e noioso subito dopo la sigla! Rick e il suo collega Shane parlottano come due amiche al bar dei loro problemi sentimentali. Per fortuna ricevono una chiamata. Partecipano a una sparatoria e il nostro Rick finisce in ospedale. A segnalare che è trascorso un po' di tempo un mazzo di fiori recisi e posti in un vaso. Al suo risveglio, il mondo è diverso...
NON APRITE! MORTI ALL'INTERNO
Ops! Giunta troppo tardi in ospedale? O troppo presto ;)
Forse è successo qualcosa...
Rick si sveglia e che fa? Si strappa via le flebo come fossero peli del gatto! Perchè, mi chiedo io? Chiamare un infermiere, no? Premere il pulsante d'emergenza? 
E che fa subito dopo essere ruzzolato giù dal letto? Inizia a vagare fino a casa sua, ovviamente la trova disabitata. Già qua mi chiedo come abbia fatto ad arrivare fin lì, ma procediamo! 
Incontra un uomo e suo figlio che gli spiegano l'accaduto, un po' vago per la verità, dopo averlo pestato con una pala però! Considerando la ferita d'arma da fuoco, il risveglio prematuro, le cure mediche interrotte ecc. una bella palata con conseguente trauma cranico ci voleva! Eppure si vedeva che NON era uno zombie! Vabbè! Il bambino deve imparare a distinguere gli zombie dagli uomini. Il padre lo scusa, Rick è ferito poteva essere stato morso... mi sembra forzato, ma andiamo avanti!
Scusi, sa mica dove sono finite le mie gambe?
Con i nuovi sopravvissuti vanno alla centrale di Polizia, si fanno una doccia e recuperano armi... armi! Ma niente cibo e benzina. Perchè? Non si sa, o meglio è un'altra forzatura per quello che viene dopo. L'altra cosa meravigliosa è che decidono di separarsi! Complimenti, davvero un'idea fantastica! Altra scemenza! La scusa: Rick deve andare in città per cercare sua moglie e il figlio; gli altri due devono fare pratica con le armi. Mha!
Marito mio, non mi uccidere. Ho solo bisogno di una crema idratante
Rick parte per Atlanta. Mi chiedo anche qui, perchè? Io non sono un'esperta di zombie ma considerando che una qualunque città ha molti abitanti non credo sia un'idea intelligente andarci! O no? Ma il nostro Rick non solo ci va, ci va anche a cavallo! Perchè? Perchè non ha preso la benzina :) Un genio!
To'! Va chi s'incontra dietro l'angolo!
Indovinate che fine fa il cavallo? Bravi! Diventa la pappa per i cittadini. E il nostro Rick, che ricordo essere un poliziotto, si rifugia sotto il carro armato. Non sopra per cercare di entrare! NO! Sotto! Direte voi: "Certo, c'è l'uscita di sicurezza!" Appunto! L'uscita non l'ingresso! Ma il nostro Rick è fortunato ed è aperta! Dentro c'è un soldato zombie e la botola era aperta...perchè? Mistero! 
Rick spara al soldato zombie. Per il momento trova la salvezza dentro il mezzo armato. L'episodio termina con una splendida veduta dall'alto del banchetto del cavallo e con una voce che dall'interno del carro dice a Rick quello che ho pensato per tutto l'episodio: "Ehi, tu! Coglione! Sì, tu nel carro armato. Sei comodo la dentro?"
E' qui la festa!
CONCLUSIONI: Gli zombie mi piacciono quindi guarderò tutta la serie, infondo è di soli 6 episodi. Sembra che siano confermati anche i 13 della seconda ma, per quelli, vedrò come chiudono la prima. La trama mi sembra sempliciotta, forzata e in molti casi anche senza senso. I personaggi si muovono con poca coerenza. La moglie poi, mi sembra una stordita di prima categoria!

Spiego: ho tralasciato le parti dedicate a un altro gruppo di personaggi perchè li presenterò nel prossimo articolo. Tra questi ci sono Shane, il collega di Rick con la moglie Lori e il figlio Carl ... e ci siamo già capiti! Banale e scontato! Anche triste e deprimente, oserei aggiungere! Cmq, loro sono accampati fuori della città e quando sentono Rick alla radio, senza riconoscerlo però, Lori dice che va a prenderlo! Cooosa? Lascerebbe il figlio per andare a recuperare un estraneo? Mha! 

Alla prossima con il secondo episodio:)

Fonte del trailer You Tube

2 commenti:

  1. Condivido. Sono alla terza puntata e aspetto ancora il colpo di genio di Darabont, che non è l'ultimo dei pirla, visto anche che il genere lo conosce e pure molto bene (non finirò mai di ringraziarlo per quella perla di "The Mist").

    Domanda: la serie la stai seguendo in inglese o italiano? Lo chiedo non per problemi di traduzione o doppiaggio (una volta tanto, lo trovo quantomeno decente), ma perché il pilot originale è molto più lungo di quello rilasciato all'estero e a mio avviso più interessante, sebbene anche più lento.

    RispondiElimina
  2. Ciao Okamis:)
    La seguo in italiano. Grazie del suggerimento. Me lo procuro, ti faccio sapere ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...