19 febbraio 2011

[serie tv] Warehouse 13 - steampunk e mistero

Locandina prima serie WAREHOUSE 13
Sono incappata per sbaglio in questa serie e l'ho trovata davvero carinissima ^_^

WAREHUOSE 13 è una serie USA del 2009 di genere fantastico con una strizzatina d'occhio allo steampunk che prende spunto dall'idea del magazzino che compare nel finale di Indiana Jones e i predatori dell'arca perduta. Ve lo ricordate?
Magazzino Indiana Jones e i Predatori dell'Arca Perduta
scena finale
qui viene riposta l'Arca dell'Alleanza
Bene, al magazzino unite due agenti dell'FBI, Myka Bering e Peter Lattimer. Lo so che il paragone con Scully e Molder di X-Files è scontato ma vi posso assicurare che le personalità sono totalmente diverse così come gli scopi e le missioni.
Myka e "Pete" s'incontrano durante una missione, quella che apre l'episodio pilota.
Nella prima puntata vengono incaricati di coordinare il sistema di sicurezza durante un ricevimento a un Museo al quale parteciperà anche il Presidente. Le sale presentano numerosi reperti, uno soprattutto viene fatto notare fin dall'inizio. Una pietra azteca a forma di testa.

La Pietra del Sangue Azteca chiamata il Signore del Sacrificio delle Vergini
La pietra si anima col sangue del restauratore. Il ricevimento non va "liscio" ^_^
A parte le solite scene d'azione da FBI televisivi (sparatorie e arti marziali), la cosa importante è l'arrivo di un personaggio particolare che blocca i poteri della pietra ma soprattutto conosce i due agenti, solo lui però ^_^.
Lui sa come fermare la testa, i guanti viola hanno "un perchè" e anche gli occhiali
Sembra pratico di queste situazioni...
Sigilla la pietra e se la porta via ^_^
Il giorno dopo Myka e Pete vanno nel South Dakota, sono stati riassegnati per un nuovo incarico dalla Signora Frederick, una donna misteriosa e a quanto pare con un notevole potere decisionale "ad alti livelli". Da ora in poi lavoreranno per lei, già! Per lei e i Reggenti.
la Signora Frederick
Pete segue le indicazioni del GPS e si ritrova nel "nulla"
Il Magazzino 13 come appare dall'esterno
Pete arriva nei pressi di una struttura metallica con una porticina, chiusa.
Presto arriva anche Myka. Quando giunge infine Arthur Nielsen, l'uomo misterioso che aveva sigillato la testa, i due agenti hanno un po' di spiegazioni. E anche lo spettatore.
Artie, l'amministratore del Magazzino 13
Con loro entriamo in uno scenario molto particolare. Il Magazzino 13, chiamato così perchè è la tredicesima struttura (ce ne sono state altre in altre parti del mondo nel corso del tempo ma, da quel che ho capito io, ce n'è sempre una sola per volta), è a metà strada tra il tecnologico, il mistico, il sovrannaturale e lo steampunk. Qualche immagine vi chiarirà meglio l'atmosfera.



Una panoramica del magazzino ^_^
La scena mi è piaciuta molto, surreale e magica insieme.
la piccola struttura infondo, nel mezzo è l'ufficio dove si trovano i "nostri amici"
la telecamera corre allontanandosi dall'ufficio mostrando un magazzino sconfinato
Ci sono perfino dirigibili, aerei e navi
CHE COS'E' QUESTO POSTO?
Ufficialmente K39ZZZ nella griglia nord americana
ma Artie lo definisce "La soffitta d'America"
Il nuovo team è pronto per ricominciare con la missione del magazzino: recuperare, catalogare e archiviare gli artefatti pericolosi in America e nel mondo. Gli artefatti sono oggetti con poteri particolari, non necessariamente mortali ma sempre dannosi, che richiamano personaggi famosi realmente esistiti.
Lo stesso magazzino è il frutto di personaggi "pazzeschi" quali Nikola Tesla, Thomas Edison e M.C. Escher.
Il primo è del 1898 ma, non sapendo bene come immagazzinare gli artefatti, è andato distrutto.
Durante il giro di presentazione passa un globo di energia statica, ma è normale ^_^
Artie spiega molte cose ai due nuovi "assistenti" (lui entusiasta, lei incredula ... simile allo scetticismo che aveva Scully ma per poco tempo, non dura tutta la serie) come l'uso del neutralizzatore, ad esempio, una sostanza violacea che funge da estintore per gli oggetti indisciplinati. L'oggetto viene immerso in essa e così isolato per il trasporto fino al magazzino.
Un altro elemento simpatico sono le armi e gli accessori, vi dico solo quelli che compaiono all'inizio e che rimarranno fino alla fine.

Parto dall'accessorio che mi ha fatto sobbalzare dalla sedia 
(ne voglio uno anch'io ^_^)
Il FARNSWORTH
Una video-rice-trasmittente inventata da Philo Farnsworth del 1929
Funziona come un videocellulare ma ha l'estetica piacevole dello steampunk ^_^

La PISTOLA TESLA
Una pistola elettrica paralizzante con sistema polifase che "spacca tutto" ^_^

L'estetica steampunk compare ogni tanto miscelandosi alle volte bene alle volte in modo un po' forzato ma, nel complesso ho apprezzato. La serie ha un crescendo sia per effetti speciali che per trame. 
Compaiono nuovi personaggi che la arricchiscono come una fantastica ragazza meccanico inventrice e "quasi" genio, Claudia
Claudia è simpaticissima
Ogni tanto fa qualche pasticcio, però ^_^
C'è un modo bizzarro di attraversare urgentemente il magazzino, Artie ogni tanto lo usa. E' buffissimo!

Vediamo ... come ultima cosa vi dico che una palla da football viene lanciata regolarmente fuori dal magazzino, compie il giro (non si sa di cosa) e ritorna dopo un po' ^_^
La palla è un mistero ...
CONCLUSIONI: ho visto la prima serie e merita, è promettente. Gli episodi sono auto-conclusivi anche se c'è filo conduttore che è il magazzino stesso. Scoprire tutto sul magazzino e sui Reggenti è parte della serie.
Hanno fatto anche la SECONDA SERIE  e la TERZA è stata confermata.
Ci sono molte situazioni comiche che divertono, i personaggi sono simpatici e coinvolgenti.
Compaiono numerose citazioni, allusioni, invenzioni di grandi donne e uomini del passato, cosa che non guasta, votati al bene o al male ;) 
A ME E' PIACIUTA E GUARDERO' LE SUCCESSIVE.
LA CONSIGLIO!

TRAILER ITALIANO DA CANALE STEEL PREMIUM

TRAILER SEASON 1 IN INGLESE DA SYFY

2 commenti:

  1. E' stata una delle serie sorpresa al momento della sua uscita: brillante, con personaggi simpatici e sbarazzina, oltre che con un tema 'fantastico light'. Devo dire che il suo meglio l'ha dato proprio nella prima stagione, mentre poi è proseguita un pò sulle stesse tematiche, perdendo di slancio. I fan più fedeli la considerano ancora bellissima, ma ho l'idea che con il tempo il clichè dei due personaggi sia diventato un pò esagerato (Pete nella seconda serie mi sembra sia diventato scemo e Mika noiosa e stereotipata, ma forse sono io che la vedo con occhi diversi ...). Son curioso di sapere che ne penserai della seconda stagione ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao Pinco11 ^_^
    Ti dirò, ho notato anch'io che Pete nella seconda fa parecchio "il bambinone" diciamo così ...
    Ho visto poche puntate, appena la finisco ti faccio sapere.
    Grazie della tua opinione.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...