24 giugno 2011

Priest: Il Prete

Può un film essere superbo per qualità d'immagine ed effetti speciali, avere una buon cast che sa il fatto suo sulla recitazione eppure mancare di quel qualcosa per cui alla fine pensi "Bello, peccato però perchè poteva essere fantastico. Manca qualcosa..."? 
Ecco, questo è il caso!
Locandina nostrana
Locandina Australia
lo sapete, ho un debole per le moto ^^
Questa è stupenda!
PRIEST ossia PRETE è un film uscito in giugno al cinema per la regia di Scott Stewart con Paul Bettany, che mi piace (il personaggio di Silas nel Codice Da Vinci è indimenticabile ^^), Cam Gigandet (l'ho apprezzato più che altro in The Experiment e in Pandorum anche se ha recitato in altri film come Twilight e Burlesque, quest'ultimo è almeno un musical accettabile^^) e poi c'è LUI: il SUBLIME KARL URBAN che, scusatemi se sono di parte, ma dopo ruoli come Eomer nel Signore degli anelli, "Bones" in Star Trek e Lord Vaako nelle Cronache di Riddik è nella mia Top Class^^
Una cover del fumetto inglese della TOKYO POP
Arriva da un fumetto COREANO Priest-Hangul: 프리스트 di Hyung Min-woo. Il primo numero è del 1998, è ancora in corso (nel senso che non è finito, alla fine spiego meglio). Per noi in Italia è pubblicato da JPOP. Le tavole dell'autore hanno suscitato interesse non solo per l'ambientazione IBRIDA WESTER-DARK FANTASY-HORROR ma anche per le angolazioni scelte che sono inusuali per un comic.
Poi, a mio avviso, anche per l'essenza della trama che NON è propriamente quella del film! Come spesso accade, il film è stato ammorbidito e reso più commerciale esattamente come "La bussola d'oro" di P. Pullman.

Il SITO con i volumi fin ora QUI!

TRAMA del film: Una guerra tra umani e vampiri è stata vinta, in passato, grazie ai Preti, guerrieri-sacerdoti con poteri speciali che sono risultati essere gli unici in grado di uccidere i vampiri. Splendida la narrazione fumettosa della guerra.
I vampiri sono ben lontani dal luccichio del meyerismo. Qui sono mostri alla Resident Evil che non ispirano allo sbaciucchiamento... figuriamoci al matrimonio ;)


"Bella, dammi un bacetto!"
ah ah ah
 

Oggi (un futuro non ben precisato), i superstiti umani vivono in città roccaforte gestite da un Ordine religioso molto potente, una sorta di Grande fratello che richiama il popolo alla confessione "spontanea" in cabine apposite più volte al giorno (soldati armati si assicurano che tutti si confessino). L'Ordine controlla tutto, governa i corpi e le anime. I Preti sono stati "gentilmente" invitati ad andare in pensione dopo la guerra perchè non c'era più bisogno del loro operato. In realtà, com'è accaduto per i Templari, essendo divenuti troppo potenti sono stati usati e poi gettati via.

Cathedral City 
Il tatuaggio sul volto mi piace molto^^
Ma i vampiri esistono ancora. Il sacerdote Ivan Isaacs (Bettany) scopre che la sua famiglia, il fratello con la moglie e la figlia, sono stati uccisi e la nipote rapita. Venendo meno alle disposizioni dell'Ordine esce dalla città (assolutamente proibito per un Prete) per fare giustizia e salvare la nipote.

Quanto è claustrofobica, cupa e "umida" la città, molto simile a Blade Runner, tanto è arido, con spazi aperti e sconfinati l'esterno. Anche l'ombra è netta: la città è al buio, l'esterno sotto un sole "feroce".



Le scene con la moto sono superbe^^ anche se ricordano molto Star Wars-Episodio II-L'attacco dei Cloni. Anche le moto hanno un design poco verosimile (sarebbero un po' scomode in realtà) ma esteticamente di buon impatto visivo.



Il Prete scoprirà che un vecchio amico sacerdote non è caduto durante la guerra (Urban), è "passato" al nemico creando una nuova razza di vampiri ed è intenzionato a convertire/sterminare gli umani nelle città.

Karl Urban (Black Hat) vampiro cowboy^^
Come finirà?
La trama è più o meno questa, ovviamente non dico altro per non rovinare la visione del film. 

Mia opinione: a me è piaciuto! Ma manca "quel qualcosa" (dopo lo dico, tranquilli^^).
E' una buona trasposizione cinematografica di un fumetto. Questo è quanto.
Se ci sono delle scene un po' forzate o combattimenti poco verosimili credo sia solo perchè deriva da un fumetto. Forse hanno voluto trasportare le tavole sul grande schermo.

Un'altra nota negativa è che ci sono pochi imprevisti, è per la maggior parte "liscio" come da copione. Ci sono battaglie visivamente bellissime ma poco vissute dal Prete. Sembra già che sappia che tanto vincerà lui. Soffre di più durante alcuni dialoghi.
Purtroppo è scontato un po' tutto, anche il finale.
Purtroppo ci sono molti richiami ad altri film del genere e alla fine ti sembra quasi tutto "già visto".
E purtroppo manca sempre "quel qualcosa"^^

CONCLUSIONI sul film: In ogni caso, PRIEST lo PROMUOVO perchè rimane un buon film d'intrattenimento, da vedere almeno una volta. Poteva essere un capolavoro se osavano di più, forse, e se tenevano una cosuccia (motivo per cui manca il qualcosa) che nel FUMETTO era originale. Forse oggi non lo è più tanto, ma si sarebbe giustificato con l'anno di produzione che ricordo essere il '98!
Indizio: creature con lunghe ali piumate^^


LA COSUCCIA del FUMETTO: C'è una sostanziale differenza tra il film e il fumetto che mi ha lasciata perplessa. Nel fumetto NON ci sono i VAMPIRI ma gli ANGELI CADUTI
Quelle creature/mostri sono angeli dannati. Quindi non è così scontato che sia un Prete il protagonista, l'autore ha scelto un personaggio scomodo perchè in perenne CONFLITTO tra BENE e MALE, tra FEDE e DUBBIO!

Quando l'ho scoperto sono stata tentata di leggerne qualcuno peccato poi che abbia saputo che la serie è stata interrotta ... che tristezza!
Al momento siamo fermi al sedicesimo volume! E non trovo notizie che diano una speranza sul proseguo da parte dell'autore coreano. E' davvero un peccato perchè il fumetto sembrava avere una trama più matura e meno commerciale del film. Una trama che sembra arrivasse alla blasfemia, alla dissacrazione e chi più ne ha più ne metta! Ecco un link QUI! con delle opinioni di lettori, se vi incuriosisce dategli una sbirciatina.
Mancanza di creatività dell'autore che si è spinto troppo oltre e non sa più dove andare a parare o altro?
Mha! Chissà!

Rimane il fatto che il film si distacca molto dal fumetto, ecco dunque perchè c'è quel qualcosa che non torna! Sostituendo gli Angeli Caduti con i Vampiri si è snaturata l'essenza che era perno della trama. Il PRETE e il suo CONFLITTO sonno LA TRAMA del fumetto! Nel film sembra mosso solo dal bisogno di ritrovare la nipote... il conflitto NON c'è!
L'unico dubbio, se così vogliamo chiamarlo, che gli viene è che anche senza essere un Prete "ufficiale" del Clero rimane un sacerdote fedele a Dio. Non è di molto spessore.

Forse quando si prende una storia, da un fumetto o da un libro, e la si modifica per il cinema la si DOVREBBE SOLO ADATTARE e NON SNATURARE! Altrimenti l'effetto è questo:
"Bello ma manca qualcosa..."

TRAILER 

2 commenti:

  1. Visto ! Effettivamente e' un titolo godibile, ma manca di un poco di sale: per certi versi, compreso il finale e la breve durata, sembra piu' un 'pilot' di una serie tv che un film ... ;)

    RispondiElimina
  2. Eh! ^^ La sensazione è stata anche quella, in effetti.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...