17 ottobre 2011

Qui si va a vapore o si muore di A. Forlani

Segnalazione
PYRA EDIZIONI
Fiotti di vapore, epiche battaglie tra macchine e uomini e strani intrighi costituiscono l'ambientazione di Qui si va a vapore o si muore, un'antologia in formato EBOOK di 3 RACCONTI STEAMPUNK nell'Italia del Risorgimento di Alessandro Forlani della Pyra Edizioni.
A seguire INCIPIT e trama per racconto.

ANU B
INCIPIT
1
Il ministro degli Interni De Remussat diede l’annuncio con voce rotta dall’emozione. Gli onorevoli si alzarono dagli scranni, intonarono La Marsigliese. L’indomani, 13 marzo 1840, apparve lo stesso titolo sui quotidiani di
tutta Europa: L’Empereur rentre à Paris!
2
«A suggellare l’entente cordial tra Francia e Inghilterra rientra dopo vent’anni da Sant’Elena a Parigi la salma di Napoleone Bonaparte,» leggeva a voce alta dal «Corriere» un eccentrico vegliardo abbarbicato a un lampione, «sua maestà Luigi d’Orleans ha affidato il sacro compito al principe Jonville. Con lui il maresciallo Bertrand, il marchese Las Cases e il generale Gourgaud.
La missione viaggerà sul dirigibile Belle Poule, che farà scalo a Milano, elioporto centrale, il 30 novembre prossimo venturo.»

TRAMA: Parigi,1840. La salma dell'Empereur Bonaparte sta per rientrare dopo vent'anni in città; ma sul Belle Poule, il dirigibile che ne trasporta il corpo da Sant'Elena, si aggira un archeologo italiano fuggito in Nigeria e costretto a tornare in patria da una misteriosa lettera. C'è un segreto equivoco, che evoca Anubi, dio dei morti per gli egizi, e A.N.U. B, potente antidoto necrobiotico. Riusciranno i francesi a riportare in Francia la salma trafugata di Napoleone? 


VENITE INVADEMUS
INCIPIT
Prologo (1825)
Nel serpente a sonagli che strisciava sulle pietre Ferretti interpretò catastrofi. A chi medita nel deserto in imitatio Christi il Signore dà segni.
«Amen», sussurrò.
Il nunzio seguì il rettile con lo sguardo scomparire sotto i massi chiari, nel canale diritto per centinaia di metri: doveva essere il becco del Colibrì, o la coda della Lucertola o del Condor. Ferretti si segnò, si alzò in piedi, spolverò la tonaca dal grigio limo ferroso. Abbuiava, era opportuno rientrare. Catastrofi.
A giorni scadeva

TRAMA: Perù, 1825. Padre Ferretti, futuro Papa Pio IX, viene trovato privo di sensi nel deserto e portato in ospedale a Lima, ove iniziano a riaffiorare strani ricordi di apparizioni. A Recanati, intanto, due creature provenienti da un altro mondo chiedono al giovane Giacomo Leopardi di partecipare a un progetto di distruzione dell'umanità. Come si incrocerà il destino del Pontefice con il poeta, complici di una nuova Apocalisse? Riusciranno il cabioviere Delio e i suoi compagni a preservare il destino dell'umanità? 


IL PONTE DEI MORTI VIVENTI
INCIPIT
1
Napoli, 3 ottobre 1839.
La Vesuvio fischiò, le signore atterrirono, eruppe dal fumaiolo un alto getto di vapore. La biella mosse le grandi ruote d’acciaio, la prima locomotiva delle Due Sicilie partì applaudita nel generale tripudio. Il pittore di
corte Salvatore Fergola, in tribuna accanto alla regina, scarabocchiava sui suoi taccuini qualche dettaglio per un dipinto. Piovevano coriandoli, lampavano dagherrotipi, i giornalisti trasmettevano con i telettrofoni la cronaca di quell’evento.
L’entusiasmo culminò alla stazione di Portici nove minuti e trenta secondi più tardi. La folla a quella corsa sbigottì, smontarono eccitati e storditi i primi fortunati trecento passeggeri. Re Ferdinando, sporgendosi dalla cabina del macchinista, abbracciato ai motoristi, annunciò: «Fatta la ferrovia, ora avanti col ponte sullo stretto!»

TRAMA: Regno di Napoli, 1839. Il Re Ferdinando apre la gara d'appalto per il Ponte sullo Stretto. A Napoli, l’ingegner Bayard, dopo aver conquistato il monopolio ferroviario del Regno si affida a Corè, domestica caraibica esperta di pratiche voodoo. A Messina nel frattempo, don Luigi Gramitto stringe la mano al mago Cotrone, capace di donare vita a vecchie pelli di animali morti e bambole di pezza. La battaglia per la conquista dell'appalto sarà epica, tra antiche navi e legionari romani emersi dal mare, manichini impagliati e marinai inglesi. Chi avrà la meglio tra sbuffi di vapore, stregonerie e esplosioni?

Ecco qui, non male davvero ^__^
Le trame sono molto interessanti, non trovate?
Per ora, il mio più sincero IN BOCCA AL LUPO!
Prossimamente in lettura ;)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...