31 agosto 2011

La storia di Geshwa Olers di F. Valenza

Segnalazione

La saga fantasy di Fabrizio Valenza si ripropone in un'edizione rivisitata TUTTA ON LINE E GRATUITA! con scene nuove e l'introduzione di un personaggio che caratterizzerà soprattutto i primi due volumi.
Logo Saga
STRUTTURA DELLA SAGA 
(Info prese dal sito di Fabrizio QUI! Ne riporto solo dei frammenti. Chi fosse interessato, consiglio la lettura integrale a link che ho riportato ^^)

Storia di Geshwa Olers si sviluppò fino a diventare una narrazione in quattro volumi, ai quali, a partire dal 2005, se ne aggiunsero altri tre, per un totale di sette. Fin da quando iniziai a pubblicare il primo volume dissi molto chiaramente che la Storia sarebbe stata di difficile collocazione editoriale per via delle sue peculiarità.

Via mediterranea – Basata totalmente su leggende italiche e mediterranee. (...)
Dio – La presenza dell’elemento cristiano all’interno del romanzo, anche se in forma particolarmente celata e non esplicita. (...)
Struttura - (...) Storia di Geshwa Olers esula dal classico romanzo, come esula dal classico fantasy. (...) La saga è un collage di scritti di vario genere, legati a differenti autori immaginari. Non solo i sei autori ai quali sono attribuiti i sette volumi (come specificato nella prefazione del secondo volume, La faida dei Logontras), ma un'infinità di altri autori, di volta in volta semplici testimoni di fatti, studiosi di testi antichi, soldati e via dicendo, concorrendo a comporre un romanzo che travalica la struttura classica. 
Per dirne una, il terzo volume è formato da tre parti, la prima delle quali è un saggio dell’Oscuro Tearca sull’origine dell’Inferno, la seconda parte è la vicenda narrata del cammino di Nargolìan Asergnac per opera di un anonimo, e la terza parte il testo integrale della Profezia della Voce Alta, risalente a quattromila anni prima le vicende di Geshwa Olers, ma nei cui versi il destino del ragazzo sembra trovare un preannunciato compimento. Perciò tre autori per un solo volume.
Cover di Fabio Porfidia
Dal sito dedicato a GESHWA OLERS sarà possibile scaricare i seguenti file:

PRIMO LIBRO "Il viaggio nel Masso Verde" già dal 1° settembre.
SECONDO LIBRO "La faida dei Logontras" dal 1° ottobre
TERZO LIBRO "Il cammino di un mago" per dicembre

Che dire? GRANDE FABRIZIO
IN BOCCA AL LUPO ^^

Nota: presto, appena possibile, INCIPIT e TRAMA del primo volume ^^

30 agosto 2011

Fright Night - Ammazzavampiri 2011

Poster personaggio Jerry
Ho visto il nuovo Frigh Night, remake di Ammazzavampiri del 1985.
Avevo fatto un post il 19 maggio come segnalazione QUI! con cast, TRAMA, TRAILER e prime impressioni. Per chi fosse interessato lo rimando.
Oggi vado subito al sodo: MI E' PIACIUTO!
Sono entrata al cinema con i dubbi e sono uscita contenta. Non dico sia un capolavoro del genere ma non mi ha delusa. Vi dico due cose, solo un paio, per non rovinarvi il film.


Partiamo da Collin Farrel ^_^
Nella parte di Jerry ci sta benissimo! E' un Jerry diverso da quello originale di Ammazzavampiri ma le sue stranezze (quando parla non sta mai fermo, per dirne una) e i suoi gesti, sguardi catturano come fosse un vero vampiro. La trasformazione è fedele al film degli anni '80, cosa che ho appressato molto. Non si fa problemi a uccidere, non si scompone. Gioca cinicamente con Charlie come fosse un passatempo.
In una scena particolare, Jerry sente dall'odore che Charlie è vicino ma finge per fargli vivere la sorpresa all'alba :) non vi dico altro! PROMOSSO!


Poster personaggio Charlie
Charlie è interpretato da William Ragsdale. E' un Charlie cresciuto rispetto al suo originale. Si è distaccato dal mondo nerd anche se ne sente un po' la mancanza. L'impatto con lui è stato il più difficile proprio per questa sua base di partenza più matura. Dopo si rivela fantastico. PROMOSSO!
La scena tra Jerry e Charlie sulla soglia di casa con le birre l'ho trovata molto gradevole. 
Un dialogo ben costruito. Jerry (Farrel) sembrava davvero fremere per entrare e Charlie (William) sembrava davvero cercare di mantenere i nervi freddi per non invitarlo a entrare.
Quello che accade dopo MI HA SPIAZZATO. Non me lo aspettavo ^_^


Poster personaggio di Peter Vincent
Peter Vincent interpretato da David Tennant è stato una rivelazione ^_^
Ero preoccupata perchè nell'altro film c'era il mitico Roddy "scimpanzè" McDowall come uscirne? Trovare una scappatoia non era facile. Secondo me ci sono riusciti. E' un altro personaggio, hanno tenuto l'essenziale cioè un artista che finge di essere un cacciatore di vampiri ma con una chicca-sorpresa che non vi dico. A me è piaciuta ^_^ E poi il rapporto che ha con l'assistente è spassosissimo.

Poster personaggio Amy
I personaggi femminili sono migliorati. E per fortuna. Erano mosci nell'originale, qui sono più moderne ma senza strafare. La mamma di Charlie si rivela una donna in gamba e non si mette a fare Bruce Lee d'improvviso ... per capirci. Toste sì, ma con coerenza ;)

CONCLUSIONI: ci sono delle differenze con Ammazzavampiri '85 ma io le ho apprezzate. Il film scorre che è un piacere. Non annoia. Il tenore è alternato da momenti comici (battute o azioni) a momenti horror bruschi (uccisioni con una virgola di splatter). Il cast e la regia buoni. 
Non fa paura in senso letterale, non fa sobbalzare dalla sedia ma le azioni di Jerry sono imprevedibili e questo l'ho apprezzato di più che banali effetti speciali triti e ritriti. Se mi facevano vedere Farrell che camminava sul soffitto credo che sarei scoppiata a ridere, così invece è stato interessante.

Mettiamola così: poteva essere una schifezza, invece ha fatto il suo dovere! PROMOSSO E CONSIGLIATO ^_^

29 agosto 2011

[serie tv] TEENWOLF la nuova serie sui LICANTROPI

Dopo tanti vampiri, arrivo io ... auuuu!
TEENWOLF è una serie tv americana inaugurata nel mese di giugno. Da noi arriverà quest'autunno. Si ispira al film omonimo con Michael J. Fox del 1985 tradotto come VOGLIA DI VINCERE

Ve lo ricordate?
Era la classica commedia "con un pizzico di surreale" anni '80.
Film carino ma non eccezionale.
Gli ingredienti della serie sono rimasti quelli del film: un ragazzo semplice, un buon amico, uno sport (nel film era la pallacanestro, nella serie è il lacrosse), una ragazza e i LICANTROPI!
Cambia però il tenore. Il film era una commedia. La serie, sebbene sia per un pubblico YA, ha toni più cupi con alcune scene che toccano l'horror. Non male, in realtà! 

grrr ... a me più che paura mi fa venir voglia di fargli le coccole ^^
Come incipit abbiamo il nostro "futuro lupacchiotto" Scott McCall (Tyler Posey) e il suo amico dal nome scioglilingua Stiles Stilinski (Dylan O'Brien) che se ne vanno in giro per il bosco, di notte!
Perchè? Perchè Stiles ha il brutto vizio di ascoltare la radio della polizia, suo padre soprattutto, in cerca di qualcosa di diverso dalla solita noiosa vita della cittadina.

SCOTT MCCALL

STILES STILINSKI
Stiles entusiasta perchè hanno trovato il corpo di una donna, solo una parte!
Andiamo a cercare l'altra?
Mentre gironzolano, Stiles viene beccato dal padre ma Scott rimane nascosto. Si avvia verso casa da solo. Incappa nel mezzo corpo.


... e non solo in quello!
E' assalito da un lupo, così almeno crede. Viene morso. Ha inizio la serie.


SITO UFFICIALE DELLA SERIE DI MTV
TRAILER del PRIMO EPISODIO


NOTA: nel trailer compare un "padre di Allison" diverso da quello che poi sarà nella serie. Forse hanno cambiato attore in corsa, non so.
Padre di Allison nella serie
Si scoprirà essere un CACCIATORE
ALTRI PERSONAGGI

ALLISON ARGENT
Ragazza deliziosa ^^
Arriva in città, fa amicizia con Scott. S'innamorano.
Sembra iniziare una normale relazione ma c'è un problemuccio:
Scott è un licantropo e Allison la discendente di un'antica famiglia di cacciatori.
Ciondolo "misterioso"
Vi segnalo anche la zia di Allison perchè è una "tosta" e va tenuta d'occhio ;)
DEREK HALE
Il mio preferito ^^
Lui è un licantropo già svezzato. Il suo personaggio si sviluppa con gli episodi.
Per non rovinarvi la sorpresa, vi dico solo che "ha i suoi perchè".
Derek in versione licantropo
JACKSON e LYDIA (la bionda in compagnia di Allison, immagine sotto)
Sono una coppia di non facile inquadratura.
All'inizio sembrano stare insieme per "celebrità"
lui è il campione di lacrosse della scuola,
lei vuole apparire col vincente.
Ma col procedere delle puntate si sviluppano scenari interessanti ^^
Lydia e Allison
I LICANTROPI IN TEENWOLF
Sono protagonisti assoluti!
Non è un mix di vari mostri che compaiono man mano. Non ci sono vampiri e mutaforma. Non ci sono streghe o santoni, dèi o angeli/demoni. Ci sono solo licantropi, almeno nella prima serie.
Hanno anche ammorbidito la trasformazione, purtroppo.
Scott non soffre come in altre trasposizioni cinematografiche. Non diventa lupo "a quattro zampe" nè la creatura antropomorfa come piace a me ^^. Diventa una specie di ragazzo peloso con orecchie lunghe e canini. Come nel film omonimo, infondo.
Non c'è la perdita della coscienza e dei ricordi. Rimangono quasi col controllo eccetto che per la sete di violenza. Ma Derek controlla anche quella! Non seguono nemmeno la legge delle fasi lunari. Si possono trasformare quando vogliono. Scott ha il problema, all'inizio, che se prova una forte emozione rischia di trasformarsi e cmq la luna un po' l'influenza ma col tempo passa. Tutto qui.








A essere onesta mi aspettavo qualcosa di più, è molto leggero. Hanno tolto il bello del licantropo. Detto tra noi, se essere licantropo fosse così chi non vorrebbe esserlo? ^_^
Per fortuna però farà la sua comparsa un LICANTROPO VERO, il maschio ALFA. E lui sì che è interessante ^_^
Identità sconosciuta ...
CONCLUSIONI
E' una serie di 12 puntate, stanno già lavorando alla seconda.
E' per un pubblico giovane ed è molto leggera. Anche se i toni sono cupi non fa paura, per capirci. Non siamo all'altezza de "Vampire Diaries", che è superiore sotto quasi tutti i punti di vista, ma non è nemmeno terribile o noiosa da non riuscire a finire l'episodio senza sbadigliare.
Va in crescendo e alla fine si è lasciata vedere con piacere anche con le sue superficialità. Ci sono un paio di scene forzate e banalotte ma nulla da strapparsi i capelli. ^^
Gli effetti speciali non sono eccezionali, il licantropo "alfa" non è immerso nell'ambiente benissimo. Spero migliori nella seconda.
I personaggi "buoni" sono davvero piacevoli. Scott e Stiles sono due figure positive davvero ben amalgamate. La loro amicizia è vera e alle volte commuovente. Stiles soprattutto è un personaggio bellissimo, un amico di quelli che si vorrebbe avere nella vita. Pronto al sacrificio, sempre disponibile, simpatico. Derek è fantastico, non dico altro ^^  Jackson è ambiguo ... Allison e Lidya sono una sorpresa, per diversi motivi ovviamente ;)
I personaggi "kattivi" mancano all'appello però. Al massimo sono "kattivelli", peccato.
Anche se la serie soffre di meyerismo, aimè la brutalità del licantropo è stata troppo alleggerita - troppo! - è una serie carina. Senza pretese, di svago, lascia comunque un buon ricordo e invoglia nella visione della seconda quindi LA CONSIGLIO!
Non conosci il LACROSSE?
Nota finale personale: io che sono una fan di BUFFY, mi spiace ma mi tengo OZ! Scott è carino, un personaggio gradevole ma Oz è imparagonabile per spessore e complessità! ^_^
Oz, il licantropo di BUFFY - THE VAMPIRE SLAYER

27 agosto 2011

Conan il Barbaro (2011)


Infine l'ho visto. CONAN THE BARBARIAN - IL BARBARO ... IL CIMMERO ... di Nispel.
Metto, come faccio ultimamente, un CIPOLLINO che esprime il mio stato d'animo dopo il film.

E' stata una lunga attesa, c'erano forse aspettative troppo alte.
In marzo avevo postato il TEASER (deludente)
In maggio arriva finalmente il TRAILER (non male anche se troppo "veloce" ^^)

In agosto infine il film. 
Ecco il TRAILER ITALIANO



Premessa: a me MOMOA piace :) 

E lo so, sarà il fascino delle isole o le treccine ... 
A parte le battute, l'ho apprezzato molto in STARGATE ATLANTIS. Con le numerose puntate, Momoa compare quasi subito e rimane per tutte e CINQUE le stagioni, è normale che l'attore diventi in un certo senso familiare. In più il personaggio era ben gestito. Anche in Game of Throne c'era una parte per lui. E che parte! Interpretava il fantastico Khal Drogo, superbo! 

Momoa per Conan si è sciolto le treccine,
temo che il carisma sia andato perso :(
Quindi, in verità, Momoa non mi dispiaceva nelle vesti di CONAN. Aveva il fisico giusto anche se il volto è poco "rozzo" per un barbaro vero ma con un trucco azzeccato ci stava. E così è stato. Una cicatrice qua, un sopracciglio interrotto là e voilà ;) Il petto e le braccia sono troppo lisce e immacolate per un guerriero, magari con qualche cicatrice era meglio, ma pazienza.
Allora cos'è che non è andato?
Nulla di grave, un piccolo dettaglio: NON E' CONAN!


Ma partiamo dall'inizio. Perchè in questo film c'è la nascita e l'addestramento di Conan
Io non lo sapevo, non ricordo di questa parte ma non essendo io una fanatica di Howard non mi pongo il problema. Tanto ho capito che è inutile paragonare i libri ai film, alla fine è come buttarsi del sale su una ferita aperta. Certo, sarebbe stato interessante un film che si ispirasse DAVVERO al lavoro di Howard ma NON E' QUESTO IL CASO.
Ron ormai è di casa nel fantasy/fantastico
Il film si apre con un prologo che mi ha ricordato come struttura il Signore degli Anelli (un oggetto dal grande potere, il kattivo di turno, grande battaglia, fine della battaglia, scomparsa dell'oggetto/sua frantumazione ... e passarono le ere). Nel caso di Conan non c'è l'anello ma una MASCHERA.
Aggancio su una battaglia. 
Ron Perlman interpreta Corin, un cimmero "puro sangue" con la moglie gravida e in preda alle doglie. E che fa Corin durante lo scontro? Tra un fendente e l'altro, la apre! Le fa un cesario lì nel mezzo della battaglia. Vabbè!
La cosa ancora più assurda è che Corin la taglia "a caso" senza guardare. La fissa negli occhi. Vabbè again!
Nasce Conan. Un bimbo normale sarebbe morto per le infezioni (un cesario con un pugnale sporco di sangue altrui, fango, sporco ...) ma è Conan quindi si salva.

Conan bimbo ^^
A seguire, una parte dedicata all'addestramento del giovane. La storia dell'uovo ve la lascio come bonus (in realtà malus!) sorpresa. E anche la perla di Ron sul ghiaccio e fuoco. ^^ 
Sinceramente, non è inguardabile ma io l'ho trovata inutile. Cmq è la mia opinione.
Arrivano i kattivi, che saranno sempre e solo quelli, alla ricerca della maschera. Forse distruggeranno il villaggio? Certo che sì! Sono kattivi. Forse uccideranno il padre di Conan? Certo che sì! Sono kattivi. Forse uccideranno il piccolo Conan? Certo che no. Sono kattivi da cinema ... come fa Conan sennò poi a crescere e vendicarsi. Eh!
KATTIVO NUMERO 1
Khalar Zym ossia colui che vuole la maschera.
KATTIVA NUMERO 2
Marique, la figlia di Khalar, ossia colei che vorrebbe sostituirsi
alla madre morta IN TUTTO (e ci siamo capiti) ma si accontenta
di cercare la maschera per "il papi".
Trascorro gli anni. Arriva Momoa.
"Nessuno deve vivere in catene!" è la sua prima battuta da barbaro, da Conan. A me ricorda un guerriero o paladino o un "eroe" romantico ma un barbaro no di certo!
Che dire, dopo alcune frasi bizzarre e qualche ammiccamento alle fanciulle mezze nude sono precipitata nella depressione. Non che prima fossi allegra, ma speravo migliorasse.

TAMARA la sacerdotessa che dice NO a Conan e non si becca
nemmeno un ceffone! Bizzarro ... 
Ovviamente la mia frase NON vuole essere un incentivo alla violenza sulle donne (da me vale doppio, oltretutto!) ma è necessario essere coerenti. Conan E' UN BARBARO di un'epoca storica fantastica e VIOLENTA dove le donne sono stuprate e maltrattate. Questo è un fatto! 
Nel mondo di Conan non ci sono carezze e fiori! La donna è sottomessa, altrimenti diventa una guerriera e cerca di restare viva. STOP! 
Qui abbiamo invece una fanciulla delicata, nella sua tunichetta bianca, che se ne va in giro a testa alta e parla anche. Parla con arroganza, anche. Dice: "NO!" a Conan oltretutto. E lui sogghigna ... una scemenza!


Nemmeno Valeria nel primo FILM SERIO con Shwarzy si era mai permessa una fuori uscita simile. E lei era una guerriera-ladra. Era scaltra e abile, ha conquistato Conan (barbaro vero e un po' cavernicolo, com'è giusto che sia visto che il cervello era SOLO impegnato a gestire i muscoli) per le sue doti di guerriera. Se Valeria avesse detto NO a Shwarzy vi immaginate la faccia? E la reazione? ^_^

Ma Momoa è gentile, raffinato, di buone maniere ... lui ammicca! Lui sorride se una donna qualsiasi gli dice NO, io faccio quello che voglio. Mha!
Temo che il meyerismo (^_^) dei tempi in cui viviamo che ammorbidisce tutti e tutto (i vampiri, i licantropi, i mostri in generale) sia in espansione. Confido e prego in una cura.

Lei: "Ti domandi mai se abbiamo uno scopo o
siamo condannati alla rovina e al caos?"
Lui: "Non lo so e non m'importa.
IO VIVO, AMO E UCCIDO. E SONO CONTENTO!"
E scatta il bacio!
che tristezza infinita ...
QUESTA INFELICE BATTUTA DI MOMOA (Io vivo, amo e uccido e sono contento) ERA, A MIO AVVISO, UNA SORTA DI REMAKE DEL MEGLIO DELLA VITA DEL CONAN DI SHWARZY. Ve lo ricordate?


Ora, a prescindere che "io amo" detto da un barbaro mi sembra un'idiozia (ma è Conan o Casanova?ma è pure comica "e sono contento" (e chi è? Jovanotti?)! Ma dai! Ma dai!

La TRAMA è banalissima, sciatta, scontata. Ci sono stati dei momenti in cui ho provato dei deja-vù sia per le battute che per le scene e per un film che non avevo mai visto è molto deprimente. 
Le scene di battaglie, gli scontri con le spade ecc. NON le salvo tutte. Alcune sono forzate. 
Le ambientazioni sono belle anche se mi ricordavano in certi momenti ancora il Signore degli anelli :(

IN CONCLUSIONE: ho pianto! E non perchè mi sono commossa. Col cuore gonfio di dolore vi dico che LO BOCCIO! ... e piango ancora. 
Hell, ma quanto avevi ragione :(((

Vi lascio, AMICI CARISSIMI, con un omaggio 
AL SOLO, VERO E UNICO CONAN!


21 agosto 2011

La Cosa 2011 (The Thing) - Primo Trailer Ufficiale

In inverno uscirà un nuovo film PREQUEL di una pellicola che è oggi considerato un cult "LA COSA" del 1982 di Carpenter e interpretato da un uomo-mito Kurt Russel.
Ispirato da un racconto Who Goes There? di John W. Campbell, nel 1951 H. Hawks aveva creato "La cosa da un altro mondo" (The thing from another world) ancora quando il bianco e nero riusciva a mettere "i brividi" che in molti casi oggi, anche se stracolmi di tecnologia, non si riesce nemmeno a vivere l'atmosfera horror  -_-"

INDIMENTICABILE KURT :D

La versione di Carpenter
fu BOCCIATA dalla critica perchè si distaccava troppo dal film del '51
e fu una delusione al botteghino per l'uscita in contemporanea con E.T. di Spielberg!
Solo più tardi, grazie al mercato del home-video, emerse
fino a divenire un vero FILM CULTO.
Questa nuova pellicola PREQUEL è rivista e rimaneggiata da Matthijs van Heijningen Jr. e scritta da Eric Heisserer. Si svolgerà alcuni giorni prima gli eventi del film con Kurt che già conosciamo.
Se non ho capito male, per chi avesse visto il film dell'82, dovrebbe essere la storia del gruppo di scienziati norvegesi che compare all'inizio. Se così fosse, però, si saprebbe già il finale. Quindi mi chiedo: ha senso?
Forse hanno sceneggiato in modo da biforcare la trama. Almeno, mi auguro.

Mary, dalle bacchette al lancia fiamme ^^
Immagine presa da cineblog.it
La cosa (scusate il gioco di parole :P ) che balza subito all'occhio è che non c'è un uomo come protagonista ma una fanciulla, Mary Elizabeth Winstead la cheerleader/attrice Lee in Grindhouse di Tarantino.
Che forse abbiamo temuto l'inevitabile paragone con Kurt?
A me non dispiace l'idea. Speriamo solo che non faccia giravolte strambe.
Il trailer non è male, staremo a vedere ^^ 



16 agosto 2011

Corso di scrittura condensato di G. Mozzi

Cover "Corso di Scrittura Condensato"
di G. Mozzi, La tela Nera 2004
Tempo fa avevo segnalato dei VIDEO-CORSI DI SCRITTURA di GIULIO MOZZI.
Oggi vi propongo un libretto molto interessante editato da La tela nera ^^

E' GRATIS E SCARICABILE IN EBOOK QUI!

Si tratta di un insieme di buoni consigli su come iniziare a scrivere ma nulla di tecnico. Su come porsi davanti a una storia che si ha in mente e anche sugli aspetti da tener presente (nella propria mente) ma non per questo da scrivere!

Alcuni argomenti importanti sono solo sfiorati nel decalogo, forse ne parla in modo approfondito nel "Ricettario di scrittura creativa" edito da Zanichelli.

Il POV, l'incipit e anche il famoso infodump, ad esempio ^^
Pensare a tutto quello che circonda un personaggio, come vive, come ragiona, quel che mangia ecc. serve per "farlo muovere e parlare" e non al lettore che deve "subirsi" paragrafi dopo paragrafi di dialoghi o descrizioni vuote e senza scopo. Da qui poi ci sarebbe anche il concetto di "MOSTRATO E NON RACCONTATO" o "show don't tell", ne faccio un cenno tra poco.

Il concetto di infodump non è difficile, la faticaccia è applicarlo anche perchè non è solo la descrizione maniacale di oggetti e persone ma rappresenta un vero e proprio "stile di scrittura" che o lo si conosce (perchè in gestazione lo si è appreso da mamma-Borg) o lo si apprende dai manuali.
Non c'è verso!
Applicarlo significa creare la scena che mostra ciò che vogliamo solo "pigramente" dire, cioè "il mostrato e non il raccontato" di cui sopra. Spesso questo crea però pagine di eventi al solo scopo di mostrare il carattere di una persona, ad esempio.
Quindi si passa da paragrafi di narrato a paragrafi di mostrato. O__o
E' la solita guerra tra le fazioni estreme.

ESEMPIO DI PANINAZZO INFODUMP :D
immagine presa QUI! Grazie!
Un BUON ESEMPIO di libro infodump da paiuuura lo sto portando a conclusione con estrema fatica in questo periodo. Lo avrei anche abbandonato, ma avendo SPESO BEN 18.00 EURO (cioè dal MIO POV tantissimi soldi!) alla fine ho deciso di finirlo. Trattasi di ANGELOLOGY!

IL "libro" che TI DICE TUTTO
TUTTO MA PROPRIO TUTTO!

Anche quello di cui NON TE NE PO' FREGARE 'NA MAZZA! :D
prossimamente la recensione, se sopravvivo! 
A QUESTO PUNTO, lo confesso, IO SONO PER IL COMPROMESSO!
IO ACCETTO UN PO' DI INFODUMP! UN PO'! Anzi lo trovo necessario.
Alla lunga, il SOLO MOSTRATO mi annoia esattamente come IL SOLO RACCONTATO.
Certo un abile scrittore riesce a mostrarti tutto il necessario senza farti annoiare, riesce a raccontarti il giusto ... io non ho ancora letto un libro "perfetto" a tal punto ma sono aperta ai suggerimenti.
Per quel che riguarda la mia scrittura, sto cercando di applicare entrambi. Non è un qualcosa che si apprende nel giro di pochi mesi, quindi con calma e costanza vado avanti :)

Esempio di PANINO CON UN PO' DI INFODUMP :)
A me piace leggere/scrivere, ad esempio, com'è fatta una stanza perchè denota la personalità del personaggio. Se è spartana, è ovvio che anche il personaggio sarà un "tipo sobrio". MA DUE RIGHE, NON DIECI!
Se viene introdotto un nuovo personaggio, mi piace leggere/dire un pochino com'è. Due cenni sull'abbigliamento, sulla corporatura, sul volto. Intervallandolo magari nel dialogo o durante un'azione, sarebbe meglio.
Anche in questo caso, i golosoni del paninazzo infodump fanno dieci righe di sola descrizione fisica, poi passano ai vestiti e poi narrano le vicende passate e amorose, e poi quel che ha fatto poco prima di arrivare all'incontro ...
Come in Angelology!
Al contrario, gli essenzialisti dello "show don't tell" non ti dicono nemmeno se ha i capelli finchè un buffetto di vento non scompiglia una ciocca. Mi sembra esagerato!

'raffa è un'estimatrice dell'infodump :D
Immagine presa qui!
Mozzi nel sul libretto accenna a molto altro passando anche per l'autobiografia, il genere ROSA e la scrittura PER E CONBAMBINI.
E' stata una lettura istruttiva anche se poco impegnativa. Io direi che è una buona base di partenza per chi fosse a digiuno di manuali.
Nota speciale va alla BIBLIOGRAFIA. Mozzi, molto cortesemente, fa un elenco di pubblicazioni per chi volesse approfondire i vari settori.
Purtroppo per la scrittura creativa, in Italia, non siamo messi bene per sua stessa ammissione. Non è un caso quindi che molti siti e blog propongano manuali in lingua inglese.
E' un vero peccato, noi che vogliamo migliorarci come scrittori siamo costretti alla fatica doppia. MANNAGGIA!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...