27 maggio 2012

[film] Chronicle

Ovvero quando un mockumentary entra nella storia.
Non tutti gli eroi sono super!
Il film di Johs Trank è ottimo.
Il miglior mockumentary che ho visto. L'uso che è stato fatto delle telecamere, soprattutto nella seconda parte del film, è innovativo. E' anche vero che oggi, rispetto al 1999 con The Blair Witch la tecnologia si è rivoluzionata. E così passiamo dalla semplice telecamera, che tutti noi potremmo avere, ai tablet e smarthphone. Dalle telecamere interne di negozi, palazzi a quelle sopra le auto della polizia, elicotteri e molto altro ancora.

Siamo lontani anni luce dalla staticità del banale-noioso-moscio Paranormal Activity. (QUI per la mia opinione.) E per questo dico grazie!
Non è paragonabile nemmeno a Troll Hunter, carino ma poco coinvolgente, o a Apollo 18 che alla fine si è rivelato un cliché, purtroppo. Si fa vedere, ma una volta e mai più. Lo stesso vale per ESP, anche se l'idea era gradevole, alla fine la telecamera risultava una forzatura. Ci sono stati momenti al limite del ridicolo.

Il tenore di Chronicle va in crescendo, un po' come in Cloverfield o REC, i protagonisti hanno una parabola di formazione che sale fino al botto finale.
Dal punto di vista della trama, essenziale direi. Il film dura meno di un'ora e mezza, secondo me troppo poco. Ma non mi lamento, meglio poco e buono che annacquato.

La storia di questi tre ragazzi, di uno soprattutto, mi ha evocato un manga/anime. Purtroppo anche il solo citarlo potrebbe farvi intuire molto della trama e del finale, quindi:

!!! SPOILER !!!
Leggete solo DOPO la visione del film.

Come dicevo, Chronicle mi ha riportato in mente AKIRA, il capolavoro di Katsuhiro Ōtomo del 1988 l'anime, il manga iniziato nel 1982 si è concluso nel 1990.
Akira è storico. Un autentico, magnifico, superbo anime/manga. Ogni tanto lo vedo.^^
Ora, il protagonista di Chronicle, Andrew, è identico a Tetsuo
Non scappa, il paragone è palese. E la conferma si ha alla fine del film.
Non abbiamo un Kaneda, ma la sua figura è scissa nei due amici Matt e Steve. Soprattutto Matt.
Come Tetsuo, Andrew non controlla il potere, si lascia sopraffare e la scena finale in Seattle è concettualmente simile alla scena nel villaggio olimpico. Davvero ben gestita.
A me ha entusiasmato. :D

Chissà se si sono ispirati ad Akira o lo hanno voluto proprio omaggiare?
In più, avevamo l'ennesimo via libera della Warner per la nuova trasposizione cinematografica di Akira, che è sempre in agguato ma non parte mai. Erano previste le riprese, le prime, per marzo 2012, ma in gennaio hanno bloccato tutto. Ancora! Secondo me, non lo faranno mai. Io non ci spero più.


!!! FINE SPOILER !!!

Un film chicca, insomma.
Godibile fino alla fine, d'intrattenimento puro. Onesto.
Gli effetti speciali sono miscelati benissimo.
I ragazzi sono i veri protagonisti con la loro evoluzione. Si danno delle regole, ma le rispetteranno?
La telecinesi è la password iniziale per un film che crea un innovativo mockumentary girato in formato found footage che non vi deluderà. 
Io lo consiglio.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...