8 luglio 2012

[film] The Amazing Spider-Man

Recensione che contiene alcuni brevi e modesti SPOILER.
Se non lo avete ancora visto, consiglio di andare direttamente alle CONCLUSIONI.
Uno Spider Man "Ultimate" al cinema ^^
Ero scettica.
In questo POST del 14 ottobre 2011 mi chiedevo perché avessero avviato un reboot annullando un quarto capitolo. Del resto, i primi tre film su SpiderMan con Maguire erano recenti. 
Avevo speranze sul micioso Garfield, già visto e apprezzato (Non lasciarmi, Parnassus e Social Network), ma avevo dei dubbi sulla regia di Webb, del resto viene dai video musicali. 
Un'altra speranza era sul cambio del personaggio femminile. Dalla noiosa Mary Jane che voleva fare l'attrice (interpretata dalla Dunst, che reggo sì e no), abbiamo una più cerebralmente attiva Gwen Stacy che è una promettente studentessa liceale amante della scienza (interpretata da Emma Stone, che avevo visto solo in Benvenuti a Zombieland e mi era/è piaciuta a pelle fin dalle prime inquadrature).
Garfield nei panni di Peter
è perfetto!
Ebbene, sono uscita dal cinema più che soddisfatta!
La nuova veste che Garfield dona a Peter è adorabile. Partendo dal fatto che è più moderno, ho trovato apprezzabile il fatto che non sia uno sfigato tanto per simpatizzare col pubblico, ma un ragazzo che se ne sta sulle sue perché lo vuole, non perché viene emarginato. E' diverso.
Quando c'è da prendere le difese di uno "davvero sfigato", Peter si fa avanti. Viene pestato, ma almeno ci ha provato. In più, la recitazione di Garfield è molto espressiva. Tanti piccoli gesti che potremmo anche definire tic, ma che semplicemente rendono Peter vero. 
Dopo tante ragnatele organiche, ci voleva proprio un
bel congegno tecnologico.
Ho anche esultato al ritorno degli spara-ragnatele. 
C'è molto dell'ULTIMATE Spider Man in questo film. Il regista Webb ha inserito alcuni dettagli, oltre che il tenore e la cupezza, passatemi il termine. E' drammatico, con dei picchi allegri ma rimane un film molto legato alla realtà. Non ci sono forzature esagerate. 
E' molto divertente come Spider-Man interloquisce con i malviventi, davvero momenti comici.
Ma per il resto, il tenore è serio.
Un palese omaggio ai fumetti della serie Ultimate lo abbiamo quando Peter precipita da un buco in un palazzo e si ritrova in un ring. Ai molti sarà apparsa una casualità, ma in realtà nei fumetti Peter racimolava due soldi facendo wrestling. Anzi, la maschera di Spider Man nasce proprio per quel motivo.
Infatti, Webb fa venire l'idea del costume al suo Peter mentre osserva la locandina di un lottatore. 
Non era un caso, ma una dichiarazione: guardate che il mio Spider Man è quello dell'Ultimate.

Gli zii sono più giovani e il passato dei genitori di Peter è legato alla genetica. Già! Nell'Ultimate, i genitori di Peter indovinate con chi collaboravano? 
Vi do un indizio: quando s'arrabbia diventa verde :D
E ci sono molti indizi che portano alle nuove origini di questo diverso Spider Man.
Non è solo un bimbo sfortunato perché rimasto orfano. Questo nuovo Peter ha l'impronta per arrivare allo S.H.I.E.L.D. Impostato così, si potrebbe fare.
E' ovviamente la mia opinione, comunque basta attendere il 2014 quando è prevista l'uscita del secondo e nel frattempo prestare attenzione ai filmati dopo i titoli di coda. 

Due parole su Emma alias Gwen: deliziosa diciassettenne, sveglia e intelligente. Non mi sembra vero. Il rapporto tra i due è romantico senza melassa. Ossia, vero. 
A differenza dei precedenti, che quando compariva Mary Jane avvertivo un calo del tenore, e sbuffavo, qui il personaggio di Gwen è addirittura piacevole. C'è una forzatura con la storia del siero, ma la passo lo stesso. PROMOSSA!

Sul Dottore Connors/Lizard interpretato dal bravissimo Rhys Ifans: quando fa il dottore, nulla da dire. La ricerca genetica per trovare una cura alle debolezze umane, nonché al suo stato di "sono per forza un mancino" è comprensibile. Il Lizard non mi ha fatto impazzire, invece.
Un po' la faccia, Webb la voleva umanizzabile (cioè con espressioni umane) e lo capisco, ma non concordo. Se è un alter ego, fammelo più lizard invece. Mi spiego?
Proprio per mettere l'accento sulla diversità tra i due, a mio avviso il Lizard doveva essere meno espressivo e più "bestia". Per il resto, la potenza della trasformazione si vede e percepisce.
PASSABILE, ma potenziale sprecato.

CONCLUSIONI: viste le premesse di cambio di rotta verso un nuovo Spider Man che si avvicina molto all'ULTIMATE dei fumetti, direi che questo reboot ha tutto il diritto di esistere! Anzi, ne sono contenta. Non faccio il paragone con gli atri per il fatto che sono diversi, NON SONO LO STESSO SPIDER MAN. 
Gli effetti speciali sono fatti bene, anche se speravo in più scene di volo che comunque restano meravigliose. In 3D, mi sembrava di volare insieme a lui ^__^

Noticina negativa: l'arco di trasformazione di Peter è un po' sbilanciato. Trascorre molto tempo, prima di essere morso. Ma ci può stare, serve a introdurre Peter. Invece, da quando viene morso a quando diventa Spider Man con piena coscienza di ciò che può fare (con tanto di spara-ragnatela e tutina high-tech) è troppo veloce. 
Per il resto, un nuovo Peter apprezzabilissimo. Infatti, la recitazione è buona. Per tutto il cast.
I nuovi zii sono deliziosi, e alla fine ci si affeziona anche al padre di Gwen.

Trama da plot collaudato, forse si poteva osare qualcosa di più. Non si fa fatica a prevedere gli eventi, insomma. C'è anche un momento melassa sul finale ... vabbe', lo ammetto, un lacrimuccia è scesa.
Alla fine, questo The amazing Spider Man, mi è piaciuto molto anche con quei due difettucci che però non guastano nell'insieme. Qui Peter a diciassette anni, in fondo. Facciamolo crescere.

PROMOSSO E CONSIGLIATO!

E il cameo di Stan Lee?
C'è! C'è! MITICO! :D

4 commenti:

  1. :D bello! io volevo evitarmelo questo film ma dalle recensioni sembra fatto davvero bene e la tua mi ha proprio ispirato :3
    so cosa fare nel weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto. Lui soprattutto ^^
      E' un bel filmetto.
      Fammi sapere se ti è piaciuto, poi :)

      Elimina
  2. La tua recensione collima in parecchi punti con la mia. :)
    Questo film ha diviso un po' tutti i fans.
    Chi grida alla porcheria, chi l'ha trovato un reboot intelligente, coerente e non privo di trovate.
    Certo, neanche di fetti: avrei visto un bel Lizard molto più rettile di quanto non abbiamo avuto. Ma penso ci rifaremo nel Goblin del prossimo, se tanto mi dà tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letto e lasciato un commento ^^
      Chi grida alla porcheria, non credo abbia afferrato la nuova direzione in cui si vuole spingere SpiderMan, a mio avviso.
      Magari si ricrederanno col secondo.
      Spero anch'io in un "bel" Globlin.

      PS: Che bella la nuova schermata del tuo sito!:)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...