15 ottobre 2012

[intervistazza] Il ragazzo del destino di M.E. Gattuso

Segnalazione + Intervistazza micro

Maria Elena Gattuso ha scritto Il ragazzo del destino, un Paranormal Romance edito da Il Ciliegio Edizioni, in seguito a un fatto realmente accaduto. Un ragazzo a lei sconosciuto un giorno le salvò la vita, catturando in modo insolito la sua attenzione. Non ha mai potuto ringraziarlo.
Sito dell'autrice QUI!
Trailer del romanzo QUI!

Trama: Il Destino, un insieme di eventi inevitabili e non solo. Nelle sue molteplici forme diviene umano possessore di corpi quasi assenti. Attorno ad esso, la vita di Rebecca, dolce e pensierosa, mossa da una inavvertita voglia di cambiamento. Tra i due un patto
Quest'ultima la parola chiave che lega immaginazione e calamità ad un breve arco di tempo: sette giorni alla protagonista per poter sconfiggere il fato
In lei, una domanda catartica, l'attrazione per le cosiddette coincidenze e un susseguirsi di prove che rendono instabile e lacunoso il suo cammino di trasformazione. 
Tra le pagine, l'Amore, inteso come cuore pulsante che recita realtà e desideri, lontano da spiegabili eventi e vicino a tipiche suggestioni giovanili. 
Eppure, il fulcro del romanzo resta la volontà. Ciò che muove il mondo è il non arrendersi anche quando scompare un ultimo spiraglio.
Incipit QUI


Note bio: chi è Maria Elena?
Maria Elena Gattuso è nata a Montalcino (Siena) nel 1988 e risiede a Scandicci (Firenze). Ha conseguito la laurea in Comunicazione Linguistica e Multimediale, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli studi di Firenze. Attualmente è iscritta alla Laurea Magistrale in Scienze dello spettacolo (Prosmart), situata a Prato. Contemporaneamente frequenta la scuola di formazione per giovani attori "Il Mestiere del Teatro" del Teatro Stabile Metastasio di Prato.
Il ragazzo del destino è la sua opera prima.
Pausa prima delle domande
Le 3 domande:
1- Nel tuo romanzo si parla di Destino e Volontà. Durante la tua intervista (QUI! per chi volesse) reciti un aforisma di Schopenhauer:
Nella vita accade come nel gioco degli scacchi: noi abbozziamo un piano, ma esso è condizionato da ciò che si compiacerà di fare nel gioco degli scacchi l'avversario, nella vita il destino.
Quindi, il tuo avversario lo consideri un nemico da sconfiggere o uno stimolo per mettere alla prova la tua volontà?
Entrambe le cose. Spesso molte difficoltà che appaiono come spine nel fianco alla fine si rivelano funzionali per raggiungere la meta prefissata. Per risponderti in modo sintetico e con un proverbio: Non tutto il male viene per nuocere!

2-Il tuo romanzo prende vita da un fatto realmente accaduto. Quanto c'è di vero e quanto di "romanzato"?
Non penso vada mai svelato totalmente quanto c'è di vero in un libro, in ogni caso un ragazzo un giorno mi ha distratta dal finestrino di un autobus, salutandomi e lanciandomi baci con le mani, facendomi guadagnare quei secondi necessari per non essere travolta da uno scooter. Questo è vero. Il punto è che ignoro chi fosse e inoltre non l'ho mai più rivisto.

3-Visto che non hai potuto ringraziarlo, c'è qualcosa che vorresti dirgli?
Gli direi che per colpa sua non solo sono ancora viva e vegeta, ma ho scritto perfino una storia che lo riguarda. Che si assuma le responsabilità!

Grazie Maria Elena!
In bocca al lupo.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...