14 giugno 2013

[film] Star Trek - Into Darkness

[film] Star Trek - Into Darkness


Sono uscita dal cinema entusiasta, a dir poco. I motivi sono tanti, ora ne accenno qualcuno generico, poi vado nello specifico, ma metterò l'avviso di spoiler perché FIDATEVI: andate a vederlo senza leggere nulla prima. Il consiglio vale soprattutto se siete appassionati di Star Trek del grande Gene Roddenberry.

Quello che posso dire senza rovinare la visione:
-trama eccellente sia per svolgimento che spessore
-effetti notevoli e perfettamente integrati 
-recitazione ottima
-buon tenore. L'azione è protagonista, ma ci sono dei momenti umoristici fantastici. 
-la scelta del cast si conferma vincente
-gli scenari sono favolosi
... insomma è davvero un ottimo prodotto d'intrattenimento sia per chi conosce l'universo di Star Trek che per i neofiti. 

Andate! Andate! :D
Bene, ora metto l'avviso.

!!!AVVISO DI SPOILER!!!

Leggete solo se avete già visto il film!

L'inizio è action!
Vediamo il Capitano Kirk e Bones alle prese con una razza "primitiva" sul pianeta Nibiru. Per salvare la popolazione dall'eruzione di un vulcano, Spock è pronto al sacrificio ma Kirk infrange la Prima Direttiva per salvarlo. "Le esigenze dei molti, contano più di quelle del singolo."
La frase è famosa per chi conosce la classica e i 6 film con i mitici William Shatner (Amm. James T. Kirk), Leonard Nimoy (Com. Spock), DeForest Kelley (Dott. Leonard "Bones" McCoy), James Doohan (Com. Montgomery Scott), George Takei (Ten. Com. Hikaru Sulu), Walter Koenig (Ten. Pavel Chekov) e Nichelle Nichols (Ten. Com. Uhura).

Infatti, la frase richiama il secondo film della classica "L'ira di Khan" e un fan potrebbe essere acceso da un'idea ;) ...

Nota su Nibiru: il nome del X pianeta o "Pianeta X" è stato citato più volte da Zecharia Sitchin, il famoso studioso che ha ipotizzato dalle tavole sumere che potremmo essere figli di una civiltà extraterrestre proveniente proprio da Nibiru. Che in Star Trek abbiamo omaggiato Sitchin?
E' una teoria che piace molto agli ufologi e ai seguaci del "complotto" mondiale per nascondere le nostre origini aliene. Io ho apprezzato. ^_^

John Harrison (Khan)
L'idea che forse ci sia di mezzo Khan si fa palpabile appena compare John Harrison, una figura misteriosa, un terrorista che crea un'esplosione in un edificio della Federazione.
E quando Kirk e Co. vanno su Kronos per cercarlo, e lui sconfigge una dozzina di Klingon da solo, ho esultato: "E' Khan per forza!"
Quando lo confessa a Kirk ho perfino alzato le braccia in segno di vittoria. "Evviva!"
Eh, lo so, forse mi sono fatta trasportare, ma è stato più forte di me. :D
Khan è un personaggio storico eccezionale. 

Nella classica, l'episodio 22 della Serie Classica 1, dal titolo Space Seed (Spazio profondo) del 1967, il Capitano Kirk a bordo dell'Enterprise incontra una nave, la SS Botany Bay, dove l'equipaggio è ibernato (oggi diremmo in criostasi). Kirk risveglia il loro capo Khan Noonien Singh, che si rivela un "superuomo" geneticamente potenziato.
Khan Noonien Singh interpretato da Ricardo Montalban 
Poco dopo si rivela ... come dire... con leggere tendenze alla tirannia e al dispotismo. 
Dopo un tentativo fallito di impossessarsi della nave, Kirk lo abbandona con i suoi 84 uomini su un pianeta disabitato. E l'episodio finiva così.
Fu un successo incredibile. Khan entrò subito nei cuori dei fan come acerrimo nemico di Kirk. Difatti, nel 1982 dedicarono proprio a lui un intero film L'ira di Khan, appunto. Se non è il più bello, è comunque tra i più riusciti. Khan era in gran forma, e ritorna per vendicarsi.
Khan nel film del 1982
Tornando a Into Darkness, quando ho visto il nuovo Khan interpretato da Benedict Cumberbatch m'è piaciuto subito. Fantastico. La sua interpretazione è notevole. Non è facile Khan perché non è "freddo e glaciale", anzi. E' un potenziato, questo vuol dire che le sue emozioni sono estreme. Quando soffre, soffre come 100 uomini, e la sua ira è leggenda. 
A mio avviso, Cumberbatch ha colto nel segno con un Khan nuovo e moderno, ma con l'anima del Khan che ben conosciamo. 
PROMOSSO!
Ora veniamo a una scena estremamente famosa per i fan, la morte di Spock. 
Nell'Ira di Khan, ebbene sì: Spock si sacrifica per salvare l'Enterprise. E all'epoca piansi... ma quanto piansi. 
No, dico: Spock!
Era il mio preferito della classica, e poi era Spock non poteva morire!
Ecco l'immagine tratta dalla pellicola del 1982.

L'esigenze dei molti, contano più di quella del singolo.
E che ha fatto J.J. Abrams?
Ha invertito la scena. Questa volta è Kirk che muore e Spock versa una lacrima.
Un genio! E la scena diventa nuova pur restando agganciata a quella dell'epoca.


Altra perla: i Klingon.
Come i fan sapranno, i Klingon non sono sempre stati come li conosciamo oggi. Nella Classica non avevano la cresta frontale. All'epoca, erano più simili ai mongoli. Vi metto un'immagine.

Un Klingon nella Serie Classica
E' solo dopo, con i film che i Klingon hanno preso una loro identità guerriera con la famosa cresta e le divise armature che ben conosciamo. Metto un'immagine di Worf, uno dei miei Klingon preferiti (soprattutto per DS9). 
Worf
Infatti, c'è un episodio superbo in DS9, stagione 5, titolo Trials and Tribble-ations (Animaletti pericolosi) dove l'equipaggio deve tornare indietro nel tempo per salvare Kirk da un Tribolo - bomba. 
Ebbene, in questo episodio, tutti guardano Worf perché non comprendono come sia possibile che i suoi antenati non avessero la cresta frontale. Il Dottor Bashir gli chiede: "ma, ci dica, cos'è stato? Una mutazione genetica?" E Worf, incredibilmente diplomatico, risponde: "Non ne parliamo volentieri con gli estranei." 

In Into Darkness, hanno quindi ben reso la fase di transizione rispettando la linea temporale di evoluzione dei Klingon rendendoli aggressivi, ma con una cresta moderata. 
Klingon in Into Darkness
Un'altra perla: il TRIBOLO 
Facendo sempre riferimento al simpatico animaletto, ho notato questa cosa. 
Nell'episodio della classica, stagione 2, episodio 13 dal titolo "Animaletti pericolosi" fanno la loro comparsa i Triboli, appunto. Simpatici batuffoli che friniscono e si riproducono in modo esponenziale intasando l'Enterprise. :D L'episodio era comicissimo. 
Kirk e il tribolo
L'animaletto è comparso altre volte, in altre serie. Quella che ho già citato in Deep Space 9 è l'episodio che mi ha fatto venire un'idea. In questo, il tribolo "assassino" che contiene la bomba è lo stesso che in Into Darkness invece salva Kirk. J. J. Abrams ha invertito anche questo aspetto nel suo reboot. 
Mentre in DS9, il tribolo attentava alla vita del capitano, in questo lo salva grazie a un'intuizione di Bones e al sangue di Khan. Altra geniale idea, a mio avviso. 
Carino, no?
Non potevo non mettere Quark sommerso dai triboli :D
Ci sono altre chicche, ma mi fermo qui.
Comunque, i richiami sono molti e riempiono il film di piccoli dettagli che sfuggiranno a chi non conosce la Classica, ma certo molto apprezzati da chi come me è stato assimilato tanti anni fa. ;)
!!!FINE DELLO SPOILER!!!

MEMORABILE!
CONCLUSIONI: LA RESISTENZA E' INUTILE. SARETE ASSIMILATI, anche voi. E' solo questione di tempo perché questa nuova versione di Star Trek entri nel cuore di tutti. 
E speriamo che la missione quinquennale, accennata in finale, diventi una serie tv.
ALTAMENTE CONSIGLIATO!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...