29 novembre 2016

[film] American Ultra


Passano gli anni e un'attrice che non sopportavo, diventa d'improvviso tra le mie preferite.
È lecito cambiare idea, o no? Direi di sì.
E il merito è di "American Ultra", film del 2015 di Nima Nourizadeh, con Jesse Eisenberg e Kristen Stewart. Mentre lui lo apprezzo quasi dagli esordi con magnifici ruoli come Benvenuti a ZombielandThe Social Network, lei diciamo che non era nella mia rosa di attrici a causa di una saga a me poco gradita...
I casi sono due: o lei ha cambiato approccio e qui mi risulta simpatica, o io mi sono ammorbidita.
È ovvio che è la prima 😜

Battute a parte, in questo film la coppia Jesse Eisenberg e Kristen Stewart risulta vincente. 
Divertono. A momenti dolci, si alternano altri in sintonia col ritmo crescente del film.
Perché non è solo una commedia, c'è un umorismo in stile Tarantino che io adoro anche. Azione e combattimenti, sparatorie e il tutto condito con della fantascienza cyberpunk. 🔝


Così abbiamo un ragazzo che non riesce a uscire dalla sua cittadina né in auto, né in aereo perché colto da autentico panico, e lei, la sua ragazza, che lo accetta così com'è: un nerd che disegna fumetti con una scimmia astronauta (Apollo Ape), e che lavora in un mercatino 24 ore tipico americano.
L'incipit lascia già supporre che lui sia qualcosa di più di quel che appare. 
Jesse Eisenberg è davvero bravo a fare lo schizofrenico/complessato/outsider.

AVVISO: SE NON VOLETE ALCUN SPOILER, SCORRETE
 OLTRE LA FOTOGRAFIA FINALE BLU 


Nel film compare d'improvviso la CIA che mi ha spiazzata. Dalla calma vita di Mike con la sua Phoebe, tra canne e vita di coppia come di più normale possa esistere, ecco che il drastico cambio di scenario pone lo spettatore in tensione. E lo ricopre di domande.
Senza rovinare la sorpresa, vi dico che il film non da tregua. È un crescendo frenetico di scoperte sul passato di lui, ma anche di lei. Non è un caso che Mike abbia gravi attacchi di panico ogni volta che tenta di uscire dalla città.

All'interno della CIA c'è un conflitto tra due personaggi chiave inerente un "certo progetto"...
Ho trovato alcuni momenti esilaranti, altri di forte impatto emotivo.
E le scene d'azione sono davvero ben misurate, senza cadere nel surreale, ma restando nel potenziale del "progetto" che è stato attivato per potersi salvare.
Infatti, Mike non solo dovrà capire chi è, perché è lì, ma anche come salvarsi.
E la simpaticissima Phoebe ha, a sua volta, dei segreti non indifferenti.
Okay, mi fermo qui. Spero di avervi stuzzicato abbastanza.


!!! FINE SPOILER !!!
Da qui in poi, potete leggere le conclusioni.

CONCLUSIONI: fantastico! E pensare che l'ho trovato per caso... DOVETE VEDERLO! Merita non solo per l'alta qualità, ma anche perché lo riguarderete per trovare i dettagli che alla prima visione vi erano sfuggiti (come la camicia stile hawaii che indossa Mike nella scena finale).
Merita non solo per i protagonisti, ma anche per i co-protagonisti, soprattutto John Leguizamo! 
Vi lascio con un breve filmato, spero vi piaccia.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...