26 maggio 2017

[film] Alien: Covenant (CONCLUSIONI SENZA SPOILER) + (PARTE CON SPOILER)


Ho visto Alien: Covenant seguito di Prometheus (segui il link se vuoi leggere la mia opinione all'epoca).
Per qualche motivo che ancora mi sfugge, Ridley Scott sta facendo un film mezzo bello e mezzo inutile dietro l'altro. Dopo Prometheus, giuro che ero convinta che avrebbero fatto un buon film, ma non è il caso di Alien: Covenant.

Tanto per puntualizzare due cose prima della recensione SENZA SPOILER, Alien: Covenant è il seguito di Prometheus ed è anche il secondo film di una serie prequel della mitica saga "Alien" con la magnifica Ellen Ripley, interpretata dall'attrice Sigourney Weaver.
Signori, diciamocelo chiaramente: se non riusciamo a trovare un'altra Sigourney Weaver, lasciamo perdere e cambiate trama! Anche in questo caso, non c'era una figura all'altezza. Ma che dico; nemmeno avvicinabile. Personaggi quasi tutti piatti e senza costrutto.

Questa scena arriva da "Aliens; scontro finale" il mio preferito.
Compare la Regina e lo scontro finale è appunto tra due "madri":
Ellen, che si scopre solo nella versione restaurata che era madre, ma che cmq vuole difendere
la piccola Newt come fosse sua figlia,
e la Regina Aliena che vuole difendere i suoi "cuccioli".
L'intensità di questo scontro NON si può replicare.

Quindi basta dare fucili in mano a donne che non hanno un personaggio
forte e carico di storia come quello di Ellen Ripley.
La forza di un personaggio NON è nel fucile!
Detto questo, una breve recensione senza spoiler per chi volesse vedere il film:
dopo Prometheus con tutti i suoi buchi, abbiamo un inizio che ci spiega perché l'androide David si chiama così... gli piace il David di Michelangelo che il suo creatore, Sir Peter Weyland, fondatore della Weyland Corporation, ha nel suo angolo relax. 😪

Segue un pippone (per chi non conoscesse questo mio modo di dire, io definisco "pippone" un dialogo noioso su un qualche argomento inutile al solo scopo filosofico e per intellettuali annoiati), quindi, dicevo, segue un pippone sull'origine del Uomo e il rapporto col suo Creatore. 😫
Sull'imponenza visiva, nulla da dire, sui dialoghi diciamo che li ho trovati banalotti e triti e ritriti.


Arriviamo all'astronave Covenant e parte il film.
Il solito incidente e abbiamo i nostri "eroi" alle prese con i soliti problemi. Fine della recensione senza spoiler.
Vi consiglio di andare a vedere il film solo nei seguenti casi:
- siete dei veri appassionati di Alien e non ne perdete nessuno (vedi la sottoscritta)
- avete fatto tardi e il film scelto non ha più posti liberi, ma siete già lì...
- davvero non potete attendere la visione domestica

Per tutto il resto, mi spiace, ma Alien: Covenant ha pochissime chicche (che non dico per non fare spoiler, ma lo dico dopo) che non compensano l'assenza di una trama densa di un suo ciclo inizio-svolgimento-conclusione. Ci sono scene magnifiche per impatto visivo, ripeto, e scene action davvero ben fatte, ma la storia ... non capisco perché Ridley Scott non riesca a ricreare l'angoscia e il senso di claustrofobia dei precedenti. E' spesso piatto, e precipita anche in un paio di scene (che dico dopo) che hanno del ridicolo.
In conclusione, lo consiglio solo agli appassionati, ma sappiate che resterete insoddisfatti e con l'amaro in bocca. Ma vi brilleranno gli occhi per un paio di scontri dove l'alieno è in gran forma. 😍




!!!AVVISO DI SPOILER!!!

Purtroppo, ci siamo fissati su David, l'androide e non ne usciamo più.
L'onnipotenza, che è fortissima in lui, e solo Ridley Scott sa il perché, lo spinge a "procreare" alieni come se fosse il capo di un programma di assistenza sponsorizzato da un'azienda farmaceutica.
Cioè, David li protegge, li ama, li venera, procura loro le occasioni per riprodursi appunto e cura tutta una serie di procedure per migliorare la loro nascita. 😶

La novità che ho apprezzato è la presenza di spore che entrano nell'organismo e lo infettano in un modo almeno nuovo. 😀

Altre magnificenze sono i panorami e le astronavi; ci sono davvero dei momenti che dici: "Sto guardando un film di Ridley Scott"... 😍 E' sublime come le immagini suggestionano l'attenzione, la loro grazia e immensità ti fanno sentire dentro il film come raramente accade. Questi sono dei momenti che andrebbero vissuti al cinema.


Poi arrivano la scena del flauto e della doccia e io non solo sono scoppiata a ridere, ma davvero mi sono chiesta che caspita gli sia passato per la mente a tutti quanti.
Nell'ordine.

La scena del Flauto; c'è un momento in cui David e Walter, gli androidi, suonano un flauto e i dialoghi, l'atmosfera e tutta la situazione sa di un erotico gay. Ora, l'unica cosa che mi chiedo è: serviva? Era davvero funzionale al film? Considerando anche come va a finire, doveva davvero David "sedurre" Walter per sostituirsi a lui con tutte quelle moine e i doppi sensi del flauto?
A mio avviso è, concedetemi la battuta, una nota stonata.


La scena della Doccia: e qui cadiamo proprio nel hard alla Urotsukidōji, chi ha la mia età, ha già capito 😂 per tutti gli altri, googlatelo e capirete. Diciamolo allora che lo xenomorfo erotico non è mai caduto di moda, ma io pensavo fosse per i fan, fatto dai fan oppure produzioni minori.
Qui invece abbiamo un autentico momento del Maestro Ridley Scott che, senza doppi sensi e senza velature, ci mostra la coda dell'Alien che s'insinua tra le gambe di lei, mentre si trastulla con un compagno di viaggio sotto la doccia. Signori, gli elementi ci sono tutti.





C'è anche il finale alla Psycho!!! 😅
Non sapevo se ridere o piangere... 😕

Ho trovato un video memorabile, guadatelo e poi chiudo con le conclusioni definitive.

SOLO PER I FAN!
Ho trovato in rete un mix tra il film Porky's (film comico/grottesco degli anni '80) e la scena della doccia. Dovete vederlo. Sono morta dalle risate. 


CONCLUSIONI: Una pellicola psichedelica, forse scritta sotto effetto di stupefacenti. Non so come definirla. Ci sono momenti fantastici e poi delle cadute apocalittiche che da Ridley Scott poi non ti aspetti. Mi parli di creazione della vita e poi mi metti il codino sotto la doccia... ma per favore! 😛

Gli do la sufficienza per la regia, i panorami, gli effetti speciali e delle scene che non vi ho detto (almeno avrete delle sorprese positive) che sono davvero ben fatte, ma allo stesso tempo poi precipita senza appello. Ovviamente si ride e si scherza, ma con un po' di amarezza perché è di Alien che stiamo parlando e, per certi versi, mi sembra peggiore di Prometheus. 
Sono contenta di averlo visto, ma mi ha delusa. Ora che faccio? Aspetto il seguito? Dico ancora speriamo nel prossimo? 
Siamo ottimisti, ma mi sento presa in giro... 😒.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...